a

descrizione

Italcer cala un poker d'assi. Quattro brand di qualità

Italcer cala un poker d’assi
Quattro brand di qualità: Rondine, Elios, La Fabbrica e Devon & Devon

In due anni il Gruppo guidato da Graziano Verdi ha rilanciato marchi storici nei due settori

Dopo l'ingresso del Fondi di Alberto Forchielli, ora si punta alla Borsa e a un sito negli USA.

 

ITALCER è un gruppo nato nel 2017 che in questi due anni, sotto la guida di Graziano Verdi – che è anche azionista – e con i capitali del Fondo Mandarin di Alberto Forchielli, ha messo a segno una serie di acquisizioni molto importanti nel settore. Verdi, che è stato il più giovane dirigente d’azienda, per anni ha lavorato in GranitiFiandre e poi per breve tempo è stato anche ceo di Technogym: è partito due anni fa comprando La Fabbrica (collezioni di design raffinato e glamour) e Ava, che commercializza grandi lastre.

Questo è successo a maggio 2017. Poi in agosto il Gruppo si è allargato con l’acquisizione di Elios Ceramica, azienda che ha più di 50 anni di vita e che realizza manufatti che sembrano quasi artigianali tanto è elevato il livello di raffinata tecnologia che c’è dietro.

DALLA CERAMICA all’arredo bagno il passo ha portato ad allargare a un marchio iconico del settore classico come Devon & Devon, che fornisce gli alberghi più prestigiosi al mondo, e infine, lo scorso anno di questi tempi, il quadro si è completato con l’immissione in portafoglio di quella che è a tutti gli effetti l’azienda più rilevante del gruppo, ovvero Rondine, che da sola ha circa 110 milioni di fatturato.
In attesa di ulteriori sviluppi – nei progetti di Verdi c’è la realizzazione di uno stabilimento di grandi lastre negli Stati Uniti, e la Borsa. Intanto sono entrati a lavorare per il Gruppo Italcer due grandi progettisti: Massimo Iosa Ghini e lo studio di Massimiliano e Doriana Fuksas.

ECCO le novità di questa edizione del Cersaie. Sono molte. Partiamo appunto dallo Studio Fuksas, uno dei più rinomati e prestigiosi al mondo e da Ava, luxury brand de La Fabbrica: nasce la nuova collezione Scratch firmata dagli architetti Doriana e Massimiliano Fuksas. Un prodotto contemporaneo, di spirito metropolitano, fortemente identitario, originale e riconoscibile: Scratch è la
nuova collezione disponibile fino al formato 320x160 centimetri in 6 mm di spessore.
Elios propone per il Cersaie 2019 una collezione con un mood che segna un ulteriore passo in avanti nella ricerca di proposte originali e creative. La collezione Lamina è caratterizzata da un raffinato effetto metallo, che arricchisce con personalità i quattro colori della gamma, freschi e contemporanei. Il look elegante è perfetto per esaltare spazi pubblici e dare carattere ad ambienti residenziali. Altro prodotto Elios è Victory ,una collezione ricca di giochi di luce e colore. Una serie nel formato 6,1x37 che stimola soluzioni creative in combinazioni tono su tono.

PASSANDO a Rondine, sono Canova, Loft, Volcano, Daring, Valeria e Skyline i nomi che nascondono alcune delle novità di questa edizione del Cersaie, che assecondano i gusti e le tendenze del mercato anche in fatto di outdoor, con molte personalizzazioni.
Infine, come ricordato, il settore dell’arredobagno vede la presenza del marchio fiorentino Devon & Devon che per l’occasione si accende di sorprendenti bagliori dorati grazie a trenta nuovi modelli di carta da parati che arricchiscono la già ampia offerta del brand dedicata ai rivestimenti. I nuovi supporti Gold Leaf e Antique Gold disegnano sulle pareti incantevoli trame di luce che conferiscono un’eleganza marcatamente retrò ai motivi di maggior successo disegnati in esclusiva per Devon& Devon dai designer Vito Nesta, Francesca Greco e Nina Farré.

 

Testo integrale dell'articolo